In Evidenza

Fa_la_cosa_giusta_2017

I giorni dei nostri corsi

La mappa dei nostri corsi

Google_Map_new_1

Sahaja Yoga nel sociale

Sahaja Yoga nel socialeCome organizzazione "no-profit", Sahaja Yoga ha proposto la meditazione come strumento capace di migliorare la qualità della vita anche all'interno di realtà sociali quali la scuola, il mondo del lavoro, ospedali, carceri, etc.

 

 

Nelle scuole

Al giorno d’oggi lo studente è sottoposto ad una forte pressione. Egli si trova a competere in un ambiente molto aggressivo. Questo provoca preoccupazioni che risuonano nella sua testa come pensieri tipo: “devo lavorare sodo, devo essere superiore agli altri, devo costruirmi una carriera, avrò un lavoro?”
Con l’aumentare delle preoccupazioni, i pensieri spostano la sua attenzione da uno stato d’equilibrio ad uno sempre più disturbato.

Preoccupandosi troppo, ci si perde nei propri pensieri e si cade nella palude della depressione e della frustrazione. Una persona così soffre di perdita della memoria, la sua attenzione diventa vacillante, il suo umore diventa facilmente irritabile, il suo temperamento brusco e ansioso. Quando la nostra attenzione non è centrata non riusciamo a ricordare nulla. In una situazione protratta questo può avere una ripercussione sullo stomaco e sulla digestione, provocando molti problemi psicosomatici.

I genitori in Sahaja Yoga sono preoccupati, come tutti i genitori, che i propri figli, nel passaggio dall’infanzia all’età adulta, possano cadere durante il loro cammino, vittime della pressione dei loro compagni, delle droghe, della violenza e dell’immoralità. Usiamo le tecniche di Sahaja Yoga per aiutare i nostri figli ad essere equilibrati, attenti, in buona salute e consapevoli di se stessi. Non appena loro crescono, noi gli insegniamo come meditare e come comprendere il sottile lavoro interiore del loro sistema energetico, per riconoscere lo stato di equilibrio e di non equilibrio. Gli insegniamo come comportarsi con i propri squilibri interiori e come assumersi la responsabilità dei propri stati d’animo e della propria consapevolezza.

Ci siamo resi conto di conseguenza, che i bambini che praticano Sahaja Yoga sviluppano un profondo rispetto per la bontà, per il senso pratico e per l’onestà. Essi sanno conservare, anche molto tempo dopo l’infanzia, un’attitudine brillante e positiva verso la vita, nel periodo in cui i propri coetanei cominciano a mostrare segnali di esplicito cinismo e disillusione.

Sahaja Yoga è insegnato nelle scuole e negli asili da oltre 20 anni

Noi non possiamo cambiare immediatamente la situazione esterna ma possiamo cambiare noi stessi dall’interno. Perché cercare all’esterno una soluzione che risiede dentro di noi? Di seguito riportiamo una serie di miglioramenti che uno studente può sviluppare con la pratica della meditazione di Sahaja Yoga:

  • Il fegato si rinfresca dal calore eccessivo provocato dalle tensioni mentali e di conseguenza il nostro temperamento diventa più rilassato
  • Dato che la nostra attenzione migliora possiamo comprendere meglio le lezioni
  • Migliora la memoria, consentendo di ricordare più facilmente quello che abbiamo imparato
  • Migliora anche lo stato di salute fisico
  • Scompaiono mal di testa, nervosismo, depressione, mancanza di auto-stima e inquietudine
  • La creatività è potenziata. Se si è portati nel disegno, nel canto o nella musica, si possono raggiungere livelli di abilità molto elevati
  • Ma la cosa più importante è che si diventa persone serene e gioiose
  • Molte persone che vengono in Sahaja Yoga affermano che i propri figli hanno difficoltà nello studio.  Gli viene così spiegato  che una volta essi avranno raggiunto la Realizzazione del Sé, il loro cervello sarà illuminato. E’ successo infatti che molti bambini, considerati senza speranza, siano diventati molto brillanti nello studio.

    Nelle carceri

    Sahaja yoga è penetrata anche nel doloroso mondo della detenzione, grazie alla sensibilità dell’avvocato Angelo Marroni, Garante dei diritti dei detenuti del Lazio, figura istituzionale che tra l’altro si occupa dell’armonico inserimento dei detenuti nella società. Il suo appoggio ha permesso di svolgere corsi di meditazione negli Istituti di pena di Velletri e Latina. 
    I corsi si sono svolti nei reparti più problematici (politici,criminalità organizzata ecc.) a favore di detenuti esclusi da varie attività carcerarie e quindi condannati alla più deleteria inerzia. I risultati sono stati testimoniati da  scritti, redatti dagli stessi detenuti, che hanno riscontrato una maggiore serenità individuale e migliori rapporti collettivi. Il Garante auspica la continuazione dell’esperienza che ha prodotto largo consenso agli addetti alla vigilanza e alle maestranze civili dei vari istituti di pena.


    Condividi questa pagina:

     

    Prova subito a meditare

    Corsi meditazione
    Prova adesso l'esperienza del risveglio dell'energia Kundalini
    Vi proponiamo un semplice esercizio di meditazione che in pochi minuti, in modo semplice e spontaneo, potrà risvegliare la vostra energia.

    Sahaja Yoga Milano su Facebook

    You are here: Home Sahaja Yoga Attività nel sociale

    Perchè meditare?

    Confessions of a Shopaholic
    La meditazione è l'unico strumento che abbiamo per raggiungere la piena consapevolezza della nostre reali potenzialità. Attraverso la meditazione possiamo risvegliare, sviluppare ed utilizzare la nostra energia per il raggiungimento del benessere sia spirituale che materiale.

    Posso partecipare anch'io?

    Partecipare ai corsi gratuiti
    La vera meditazione è accessibile a tutti; si tratta di un'esperienza a cui l'essere umano è naturalmente predisposto. Non sono necessarie nozioni o particolari predisposizioni. Sahaja Yoga è ormai praticato in tutto il mondo da persone di ogni cultura ed estrazione sociale.

    Come si svolgono i corsi?

    Come meditare
    I corsi di meditazione sono completamente gratuiti e aperti a tutti; vengono insegnate sia tecniche che esercizi di meditazione.  Solitamente organizziamo i corsi presso strutture private o pubbliche come palestre, sale conferenze,  scuole, biblioteche...